Per la prima volta avremo un validissimo aiuto nel mese di dicembre. Si tratta di pacchetti, pacchettini e confezioni: il primo incubo natalizio di tutti i commercianti!

In libreria nei giorni più caldi di questo freddo dicembre saranno con noi i volontari dell’associazione BiR, Bambini in Romania. Se volete venire a conoscerli, scambiare qualche chiacchiera sul loro progetto o, perchè no, farvi impacchettare un libro dalle loro abili mani, saranno con noi tutti i fine settimana e tutti i giorni dal 19 al 24 dicembre.
Vi aspettano, vi aspettiamo!

Qui sotto tante informazione in merito:


Cos’è BiR

BiR Onlus è impegnata da anni nella tutela dei diritti dell’infanzia in Italia, Romania e in Rep. Moldova, con particolare attenzione ai minori che vivono condizioni di fragilità legate all’abbandono e alla marginalità sociale.
Fin dalla sua fondazione, nel 1999, si è dedicata inoltre alla promozione della partecipazione civica e della cittadinanza attiva, con proposte di formazione e attivazione per giovani e adulti. Collaborando attivamente con persone, organizzazioni e istituzioni, su scala locale ed internazionale, costruisce percorsi di cambiamento ispirati a logiche di partecipazione e sostenibilità.

I progetti
1) BiR per i LEGAMI: in Repubblica Moldova con Associazioni e Centri Territoriali
Nei comuni di Orhei e Fetesti, in Repubblica Moldova, sono attivi due centri comunitari animati dalle parrocchie locali e dagli attivisti di Missione Sociale Diaconia e Associazione Filantropia. Questi spazi accolgono ogni giorno bambini e ragazzi offrendo sostegno allo studio, attività culturali e ricreative, percorsi di volontariato e cittadinanza attiva. BiR collabora da anni con queste strutture, organizzando campi estivi e scambi giovanili e contribuendo al sostegno economico delle attività.

2) BiR per i DIRITTI: a Bucarest con l’Associazione CARUSEL
Dal 2015 nel quartiere di Obor, a Bucarest, è attivo un centro comunitario che accoglie ogni giorno più di venti bambini e ragazzi tra i 5 e i 15 anni. È pensato per famiglie che vivono situazioni di vulnerabilità e discriminazione e offre attività ricreative, occasioni di apprendimento informale e percorsi di reintegro scolastico. Crediamo che ogni bambino e ogni bambina abbiano diritto all’istruzione, al gioco e alla protezione da ogni forma di discriminazione, per questo sosteniamo i colleghi di Carusel (www.carusel.ro) nel loro lavoro quotidiano per i diritti e l’inclusione di tutti e di tutte.

3) BiR per la PREVENZIONE: a Turnu Severin con il SERVIZIO SOCIALE pubblico
Dal 2004 collaboriamo con la Direzione Generale di Assistenza Sociale e Protezione del Bambino a Turnu Severin (www.dgaspcmh.ro), per prevenire l’abbandono minorile e sostenere le famiglie in difficoltà. Il lavoro di consulenza e orientamento coinvolge assistenti sociali e psicologi e muove una fitta rete di operatori e istituzioni, prevedendo in alcuni casi anche l’erogazione di contributi materiali di varia natura. Grazie al sostegno di BiR la DGASPC sostiene ogni anno circa 100 donne in gravidanza, 150 famiglie in difficoltà e 200 minori a rischio di abbandono.

4) BiR per l’ACCOGLIENZA: a Ramnicu Valcea con la Fondazione INIMA PENTRU INIMA
Da oltre quindici anni collaboriamo con la Fondazione Inim Pentru Inima (www.ipi.ro) per sostenere i percorsi di crescita, studio e lavoro di bambini e ragazzi che hanno alle spalle esperienze di abbandono o allontanamento dalle famiglie di origine. Il progetto “Case del Sorriso” si articola su tre strutture residenziali: la casa famiglia di Copacelu, che ospita bambine e bambini tra i 3 e i 10 anni, e due appartamenti sociali, che accolgono ragazze e ragazzi tra gli 11 e 18 anni. Le Case del Sorriso offrono supporto educativo, psicologico e sociale e propongono ai beneficiari laboratori educativi e ricreativi di diversa natura.

Chi ci aiuta quest’anno?
Tag: